Come lavoriamo

Dalla scelta del legno alla posa
 

Progettazione

 

Avenir Light una delle font preferite dai designer. Facile da leggere, viene utilizzata per titoli e paragrafi. Avenir Light una delle font preferite dai designer. Facile da leggere, viene utilizzata per titoli e paragrafi.

Posa

 

Avenir Light una delle font preferite dai designer. Facile da leggere, viene utilizzata per titoli e paragrafi. Avenir Light una delle font preferite dai designer. Facile da leggere, viene utilizzata per titoli e paragrafi.

Manutenzione

Avenir Light una delle font preferite dai designer. Facile da leggere, viene utilizzata per titoli e paragrafi. Avenir Light una delle font preferite dai designer. Facile da leggere, viene utilizzata per titoli e paragrafi.

Il progetto

Voi lo pensate, noi lo creiamo
 
Stile

Il nostro primo focus è l'attenzione allo stile della vostra casa: proponiamo perciò diverse soluzioni, per venire incontro ad ogni tipo di design, dal più moderno e minimale, a quello più caldo e rustico tipico delle case di montagna.

 

Budget

Una volta discusso e compreso il gusto del cliente, vi forniamo soluzioni ottimali per ogni tipo di tasche.

Sottofondo

A seconda del livello di umidità del sottofondo e del tipo di abitazione o ufficio in cui dev'essere posato il pavimento, si prevede la miglior soluzione per l'adeguamento per la base del futuro parquet, in modo da preservare il pavimento.

Tempi

Dall'accettazione del preventivo da parte del cliente, ci impegniamo per fornire materiale e posa in poche settimane, in modo da completare velocemente il lavoro e non creare disagio al cliente. 

Coordinamento opere parallele

E' molto importante nel caso in cui vi siano altri restauri o installazioni nella casa, come ad esempio la tinteggiatura delle pareti, il coordinamento le opere parellele: il pavimento è una delle ultime cose da ultimare infatti, in modo che non venga rovinato dagli altri lavori.

Sopralluogo
  • AMBIENTE: oltre allo stile della casa, è importante valutare l'ambiente generale. Anche la luce influenza la scelta del pavimento: se l'ambiente è poco luminoso ad esempio, un legno chiaro può illuminare l'ambiente.

  • METRATURA: è necessario capire come sono divisi gli spazi della zona da pavimentare, per capire meglio anche i tempi di consegna.

  • LAVORABILITA': a seconda di come si presenta il cantiere, se è al piano terra o ci sono delle scale o se è in una zona difficilmente raggiungibile in macchina, vanno discusse tutte le misure necessarie prima dell'inizio dei lavori.

  • UMIDITA': è solitamente più alta al piano terra e nei piani sotterranei, ma a prescindere da questo vanno sempre prese delle misure preventive, come ad esempio dei materassini isolanti sotto al legno, per mantenere l'integrità del pavimento.

Produzione

Dalla pianta al pavimento

 
Scelta del legno

Da quando è stata creata l'azienda, ci preoccupiamo di scegliere il legno migliore da proporre ai nostri clienti: in primo luogo viene valutata la durezza del materiale, attraverso la classificazione della scala Brinell, e in base all'età della pianta e di conseguenza il diametro del tronco. Viene poi fatta un'ulteriore selezione sulle venature e la tonalità che identifica le essenze.

Taglio

In base alle dimensioni del tronco viene multilamato a quadrotte "di quarto" per una maggior stabilità di venatura. Da lì si intesta nelle lunghezze e si creano gli spessori utilizzabili da un prodotto massello di varie dimensioni.

Essicazione

La miglior essicazione proviene da stagionatura, un'antica tecnica di cessione naturale dell'umidità. Negli anni, con lo sviluppo della tecnologia, sono stati creati degli ambienti appositi che creano il clima ideale di elevata ventilazione ed elevata temperatura per fare evaporare l'eccesso di umidità.

Lavorazione

Una volta che il legno è pronto, si procede alla piallatura, ossia la calibratura negli spessori in tutta la dimensione dell'elemento in legno. In seguito, si effettua l'intestazione per permettere la planarietà della posa, ottenendo elementi complementari che si livellino nella conseguente posa del parquet.

Controllo qualità

Il primo controllo viene effettuato quando il materiale esce dal macchinario: si valutano le dimensioni e la caratteristica di scelta, ossia la venatura e la colorazione. Una volta categorizzati, si impacchettano scelta per scelta effettuando un'ulteriore verifica.

Adeguamento Sottofondo

 
Rimozione materiale preesistente

Nel caso in cui ci sia già un pavimento posato, si possono intraprendere due scelte: o coprire il vecchio pavimento, nel caso in cui gli spessori lo consentano mantenendo uniformità di pavimenti nei diversi ambienti della casa, oppure rimuovere il pavimento preesistente. 

Isolamento

Il primo isolamento che viene valutato è quello che protegge dall'umidità: soprattutto nel caso di pavimenti al piano terra, è indispensabile la coibentazione antistante il mazzetto, cioè posizione un'isolante che impedisca che l'umidità arrivi al legno.

Un altro isolamento importante è quello acustico, che viene implementato attraverso dei materassini fonoassorbenti.

Posa in opera

 
Posa

Ci sono diversi tipi di posa previsti: in primo luogo il pavimento può essere incollato o con posa flottante, ossia appoggiato incastrando le assi tra loro. Si può poi optare per diverse configurazioni di posa, dalle più semplici orizzontali o verticali, fino alla spina di pesce e pose particolari su richiesta.

Levigatura

La levigatura serve ad eliminare le irregolarità del parquet in primis e a garantire la complanarietà del legno, poi con un secondo passaggio di levigatrice si rende il tutto liscio ed omogeneo, in modo che il pavimento sia pronto per il trattamento finale.

Finitura

A seconda dell'effetto desiderato, il parquet viene finito in modo diverso. Il cliente può scegliere tra una finitura lucida, semilucida, opaca.

Controllo e Garanzia

 
Controllo post posa

Una volta terminati i lavori, il nostro personale esperto verrà personalmente a controllare la posa per assicurarci che il cliente sia pienamente soddisfatto e che il risultato finale sia all'altezza delle sue aspettative.

Certificazione della garanzia

Siamo talmente certi che il nostro parquet è fatto per durare, che vi garantiamo che seguendo i nostri consigli di manutenzione il nostro pavimento durerà per sempre.

Manutenzione

Per conservare il parquet come nuovo

 
Manutenzione casalinga

Per la pulizia quotidiana di un pavimento in legno, usare un panno morbido: è opportuno nei locali una temperatura di circa 20 gradi, con umidità del 60%, con tolleranza del 5%. Si consiglia l'utilizzo di umidificatori sui termosifoni per aiutare a tenere un buon livello di umidità ambientale. Per ravvivare l'aspetto brillante della vernice, si consiglia l'utilizzo di cere nutrienti a basso contenuto di grasso.

Da evitare

Evitare mobili con piedini di appoggio molto piccoli, evitare di coprire con tappetti quando il pavimento è nuovo (nei primi 6 mesi/ un anno). E' assolutamente sconsigliato utilizzare detersivi acidi o abrasivi e si sconsiglia anche l'utilizzo di prodotti a base di alcool o detergenti a base di ammoniaca in concentrazione elevata.